luis postiga uomo fisico

Intervista Luis Postiga

Intervista con l'atleta maschile Phyique Luis Postiga.

  • Nome: Luis Postiga
  • Età: 24 anni
  • Altezza: 1,68m
  • Peso: 83 kg
  • 1° posto al SL Nutrition Open - Mens Physique 2013

Come e perché hai iniziato ad allenarti?

Ho iniziato ad allenarmi come complemento allo sport che facevo all'epoca, il calcio, ma è passato rapidamente dall'essere un complemento all'essere il mio sport principale.

Mi sono subito innamorato e dopo 6 mesi tutto quello a cui potevo pensare era allenarmi meglio, mangiare meglio e avere un corpo più bello.

È stata un'evoluzione graduale, e ho cominciato a capire che questo era davvero lo stile di vita che volevo per me.

Sono una persona di sfide e non c'è sfida migliore che essere migliori di noi stessi giorno dopo giorno.

fisico maschile luis wicket

Che tipo di dieta segue?

Cerco durante l'anno di avere una dieta "pulita", controllando e cambiando le quantità di macronutrienti che ingerisco, secondo i miei obiettivi.

Sono un apologeta dei pasti solidi e cinque dei miei sei pasti devono contenere carne.

Non considero un frullato proteico un pasto per esempio, almeno per me non mi dà nessuna sensazione di sazietà.

Cerco anche durante l'anno di concentrarmi sui grassi, dalle noci all'olio di cocco e al burro di arachidi.

Soprattutto quando il mio apporto di carboidrati è inferiore o quando ho bisogno di un assorbimento più lento.

Fuori stagione di solito faccio un pasto "spazzatura", non avendo un giorno fisso ma quando ne ho veramente voglia.

Dieta.

Pasto 1: 200 grammi di manzo, broccoli e burro di arachidi

Pasto 2: 300 ml di albumi, 150 grammi di riso

Pasto 3: 200 grammi di petto di pollo, 150 grammi di patate e broccoli

Pasto 4: 2 scatole di tonno e 200 grammi di pasta

Pasto 5: 200 grammi di petto di pollo, 150 grammi di patate e broccoli

Pasto 6: 100 grammi di manzo, 200 ml di albume e burro di arachidi

Tre litri di acqua al giorno.

luis postiga uomo fisico

Che tipo di formazione segue?

Dipende ancora una volta dalla fase in cui ti trovi.

Nella mia preparazione ho settimane di forza, dove il carico sale molto e il ripetizioni Sono più preoccupato della qualità del movimento e della cadenza piuttosto che mettere su peso, perché distorcerebbe solo il processo di allenamento.

Personalmente mi piace molto l'allenamento pesante, purché il movimento sia controllato.

Non ha senso mettere su peso e non essere in grado di eseguire il movimento nel modo più corretto.

Purtroppo, molte persone non si evolvono fisicamente perché non hanno ancora capito che per avere un'ipertrofia muscolare è necessario che il tempo di contrazione sia lungo.

Nelle settimane che precedono la competizione il mio allenamento cambia drasticamente.

Includo l'allenamento funzionale in 2 dei miei 6 allenamenti settimanali, l'allenamento a circuito con carichi più bassi e senza tempi di riposo e scommetto molto sul lavoro dei gruppi muscolari in modo composto o super-serie.

Aumento l'allenamento aerobico, e rinforzo anche l'allenamento addominale, specialmente gli esercizi che rinforzano tutta la zona del "core".

intervista luis postiga mens physique

Quali sono le principali differenze quando si vuole aumentare di peso e quando si vuole perdere grasso?

In termini di dieta, la differenza principale è legata alla quantità di carboidrati che mangio, e proporzionalmente la quantità di proteine e grassi.

In termini di formazione, cambiano diverse variabili.

La velocità di esecuzione dei movimenti, il tempo di riposo, il tempo dedicato al cardio, il tipo di esercizi. In breve, quasi tutto.

[ads2]

Da dove viene la sua motivazione?

Come ho detto prima, sono una persona di sfide e non c'è sport più completo e impegnativo di questo.

Non è solo il tempo che passi in palestra, ma anche quello che mangi, quello che bevi, quanto tempo dormi. Tutto questo ha un'enorme influenza sul tuo corpo.

La mia motivazione è direttamente legata ai miei obiettivi in termini competitivi.

In quei giorni in cui sono al minimo, quando ho dormito male, quando non ho voglia di allenarmi, quando devo mangiare senza volerlo, mi faccio sempre due domande:

Come mi sentirei se salissi sul palco e non mi esibissi in buone condizioni, sapendo che avrei potuto fare di più... saprei come affrontarlo?

La risposta è no, e questo è ciò che mi motiva a cercare di essere migliore.

E in secondo luogo mi chiedo se vale la pena di fare tanti sforzi e sacrifici, per uno sport che ha poco ritorno in Portogallo, e la risposta è chiaramente sì, perché le sensazioni che si provano in una competizione creano dipendenza, e vedere il proprio corpo cambiare ti dà un senso di controllo che è affascinante.

Il nostro corpo è chiaramente un riflesso di ciò che facciamo.

trasformazione luis postiga

Che integratori usa?

In generale:

intervista luis postiga

Qualche consiglio particolare per chi ha appena iniziato?

La cosa principale per coloro che iniziano è essere consapevoli che questo sport è uno sport di 24 ore.

È necessario fissare obiettivi a lungo termine per non demotivarsi, allenarsi bene, con una postura corretta, mangiare il meglio possibile, non credere nella "magia" e nei "miracoli veloci" ma in molto sforzo, dedizione, privazioni, avendo sempre l'idea che alla fine ne varrà la pena.

Come vedi il tuo corpo cambiare ti sentirai meglio, con più autostima, più disciplinato e questo è il modo.

Un consiglio che vi lascio, e questo è uno dei principi più basilari e ciò che vi distingue dal godere o meno di questo sport è, evitare i paragoni.

Evita di svalutare il lavoro e lo sforzo degli altri, perché alla fine della giornata questo è un percorso che solo tu puoi fare.

Ognuno fa ciò che vuole con il proprio corpo e ciò che è bello per noi può non esserlo per altri.

Fatelo per voi stessi e non per gli altri.

fisico maschile luis postiga formazione

Vorrei citare alcune persone che sono state e sono importanti nel mio percorso di atleta, perché anche se è uno sport individuale, chi non ha una buona base di appoggio avrà sicuramente più difficoltà.

Fortunatamente essere entrato in questo ambiente mi ha permesso di incontrare persone fantastiche, e questo grazie va a loro, Cláudio Henriques, João Marques, Nuno Pinto e Gabriel Matos (sono stati un sostegno incredibile), i miei "fratelli" di Sesimbra, il luogo dove sono nato e ho iniziato la formazione.

João Campos, è stato fondamentale nella mia preparazione, un grande atleta e un essere umano fantastico (colgo l'occasione per rivelare che sarà il mio allenatore per il campionato nazionale).

Olavo Ferreira e Tânia Dias, a cui auguro tutto il successo del mondo. Un abbraccio speciale ai "ragazzi" del nord, Ricardo, Luis, Marco.

Grazie anche a Luis e Vanessa Cunha che sono stati i primi a credere in me. E naturalmente alla mia famiglia e alla mia ragazza per tutto il sostegno e la pazienza.

A tutti i miei "amici" di facebook un grazie speciale per aver seguito e rafforzato il vostro sostegno, a volte fa la differenza.

Colgo anche l'occasione per invitarvi a venire ad allenarvi nella palestra dove sono istruttore, la Palestra Bestshapesituato a Cruz de Pau, uno spazio unico di scelta.

https://www.facebook.com/LuisCondePostiga

https://www.facebook.com/ginasio.bestshape

Iscriviti alla newsletter anabolica di ginasiovirtual.com

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su