Nutrizione

Miti nella perdita di grasso – Parte 2

Dopo la prima parte, in cui sono stati affrontati tre miti molto comuni legati alla perdita di grasso, ora si arriva a conoscere altri 5 miti che sono molto battuti quando si tratta di perdere peso.

Se non hai letto i primi tre, vieni qui.

Mito 4: Non come la frutta perché ha zucchero

La frutta è un'importante fonte di 4 componenti essenziali in una dieta equilibrata:
Fibre, vitamine (soprattutto C), minerali e fitochimici (polifenoli, carotenoidi, flavonoidi molto specifici).

Spesso cerchiamo integratori vitaminici e minerali, tuttavia, nessuno può avere lo stesso effetto dei composti naturalmente presenti nel frutto.

Sfortunatamente, c'è un lato negativo.
Infatti, il frutto ha tanti carboidrati come le sue fonti naturali (cereali), che non possono aiutare in una dieta dimagrante.
Pensiamo: confrontando la sazietà quando si mangia 1 mela (120-130g) rispetto a mangiare 1 fetta di pane (30g).

Un altro svantaggio è anche l'effetto energetico.
Infatti, il frutto ha principalmente uno zucchero chiamato fruttosio, che contribuisce poco o nulla alle nostre riserve di glicogeno muscolare, a volte così importante per le prestazioni in allenamento.
Tuttavia questo non significa che è immediatamente conservato come "grasso".
L'eccesso, come in tutto il cibo, può portare a questo svantaggio.

In un piano di perdita di peso, questo ci porta a pensare di stipulare un numero equilibrato di pezzi, che non compromette notevolmente il controllo calorico, ma che conferisce la necessaria ricchezza nutrizionale.
Da qualche parte tra 1 e 3 pezzi, a seconda dell'assunzione di energia dell'individuo, e la loro sensibilità ai carboidrati, è una buona opzione.

È necessario rimuovere completamente il frutto!?
No… a meno che non si sta pensando di competere in fitness / simile e nell'ultima fase, tutto conta.

Artigos relacionados

L'ideale è scommettere sulla varietà, compreso il quotidiano:
1 agrumi
1 frutto di stagione
1 frutto diverso

E ci sono diversi frutti?
Sì, c'è.
Banana, cocco e avocado non entrare in questa conversazione.

Frutta

Mito 5: – Da broccoli solo vegetali, senza sabbia di carota o zucca nella zuppa

Facciamo una cosa chiara, le verdure TUTTE hanno:

  • basso valore energetico (20-30kcal/100g)
  • basso contenuto di carboidrati (<10g/100g)
  • basso carico glicemico (al punto sopra)

Come nella frutta, la sua ricchezza è immensa: vitamine, minerali e sostanze fitochimiche.
Più varie di vari, maggiore è la varietà che possiamo ottenere da antiossidanti, anti-cancro, anti-aggregatori anti-piastrine, agenti antinfiammatori e molti altri effetti protettivi.
Quindi, più colorato è il tuo piatto (e cesto sul mercato) meglio è.

Qual è il "problema" associato alle carote bollite (e talvolta anche alla zucca)?
L'indice glicemico eterno e immortale.

L'indice glicemico della carota è, sul tavolo, alto perché:

  • il ragazzo ha dovuto mangiare 1Kg di carota cotta
  • stava digiunando
  • e mangiato solo carota

La risposta glicemica in queste condizioni è un modello da considerare?
Di solito mangi anche nel tuo cibo 1 kg di carotachi solo e solo?
Stai digiunando quando mangi le carote?

Insomma, come nella frutta l'importante è variare, e l'attenzione: non importa mangiare Kg di verdure al giorno.
La raccomandata è di circa 400-600g al giorno che è all'incirca equivalente a:

  • 1 zuppa di verdure
  • 1 insalata (1 tazza di tazza di tazza di lunchmachine)
  • 1 tazza di pranzo di verdure cotte

E per favore non prendere lattuga sia!
La lattuga è molto buona da riempire, ma nutrizionalmente non è molto ricca (non voleva chiamarla povera, pronta già detto).

Verdure

Mito 6: Patata solo patata dolce

La patata dolce è infatti una super patata.
Ricco di carboidrati, con molta più fibra della cosiddetta patata "bianca", più ricca di potassio e con minore impatto glicemico.
Tuttavia, non smette di avere calorie, per così dire: ah io nella zuppa non mettere patate normali, solo patate dolci e quindi non ingrassare … Dipende.

Se si mettono 2 patate dolci in 4 ciotole, è quasi lo stesso di mettere 1 patata per ciotola.

Il problema non è la patata in sé, ma il fatto che aumenta la densità energetica della zuppa senza "masticing" la patata detto.

Se le patate dolci hanno più vantaggi delle patate bianche?
Sì, c'è.

Devi smetterla di mangiare quella bianca?
No, ma puoi fare più soldi in ogni modo con le caramelle.

In ogni caso, è variabile e scommettere su ciò che si adatta al vostro piano alimentare più.
Perché ci sono quelli che, immaginate voi stessi, non amano le patate dolci!

patata dolce2

Mito 7: Ora ho iniziato un pacchetto di CLA e L-carnitina

Correggere bene questa frase:
NON È SUPPLEMENTO che ti fa perdere grasso.

Sfortunatamente, ma è la verità.
Dico purtroppo perché non ho dovuto dirlo ogni 10-12 mesi…

CLA è obsoleto in termini di perdita di grasso, ma ogni anno vedo ancora coloro che sprecano tempo (e denaro) credendo che in realtà è più efficace di Fata.
I risultati in modelli animali erano molto buoni ma… studi clinici hanno lasciato molto a desiderare.
Non significa che non posso aiutare il corpo, ma… l'investimento che è necessario, ti ha permesso di acquistare molti alimenti di qualità che il tuo corpo piacerà quando è in deficit.

Per quanto riguarda L-carnitina, meno costoso è vero, ma da solo anche non lo fa. In termini di investimenti rispetto ai risultati di un piano solido, è meglio scommettere rispetto al CLA, ma rimane <5% dos resultados.

La prima cosa da fare quando vogliamo avere risultati è: mettere a punto il cibo e dobbiamo dedicare tutto il nostro impegno, impegno e disciplina ad esso perché senza di essa… anche il miglior allenamento del mondo non può salvarci!

Supplementi

Mito 8: Inizierò a mangiare farina d'avena

La farina d'avena è un cereale spettacolare… ma non fa miracoli.
Se lo confronti con i soliti cereali per la colazione, ti rendi facilmente conto che la farina d'avena è al 100% di farina d'avena, gli altri no.
Ricordo ancora oggi con affetto il giorno in cui mi dissero: "Ma mangi farina d'avena? È davvero grasso…"
Oggi tutti mangiano farina d'avena per "asciugare"… Se cambi i tempi, cambi le verità?!

L'avena è ricca di fibre solubili, vale a dire le gengive, che sono molto buone non solo per saziare la fame, ma anche per controllare i livelli di zucchero nel sangue (glucosio nel sangue).
Ma ha ancora valore energetico ed è ancora una fonte di carboidrati.

Tuttavia, preferisci 100 volte la farina d'avena rispetto ai cereali zuccherati.
È possibile combinare farina d'avena e nestum se ti costa davvero molto mangiare farina d'avena, è una questione di combinare le giuste quantità.

La parte? Dipende dalle vostre esigenze, ma si prega di non aggiungere 1 cucchiaio e andare in giro dicendo che si mangia farina d'avena ora!
Un buon pancake all'uovo o albumi d'uovo e avena dà un'ottima colazione (o spuntino).
E quando la quantità di farina d'avena è ridotta al minimo, è meglio cuocere la farina d'avena all'inizio, e mangiare una tortilla di albumi d'uovo separatamente perché sarà simile a più cibo.

Avena

About the author

Philippa Vincenzo

Nutrizionista

http://www.filipavicente.net/

https://www.facebook.com/afilipanutricionista

Mostrar Mais

Artigos relacionados

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button