Nutrizione

Miti nella perdita di grasso – Parte 1

È inevitabile, a questo punto tutte le conversazioni ruotano intorno ad esso, e ogni anno sento le stesse zavorra e teorie di patate, che solo confondono di più e non aiutano nulla.

Alcuni dei più famosi:

  • Mangio solo pulito
  • Non mangio idrati a cena
  • Lo taglierò sul pane.
  • Non mangio frutta perché c'è zucchero
  • Faccio 3×20 in tutti gli allenamenti e gli esercizi
  • Patata solo patata dolce
  • Ora faccio cardio ogni giorno

Con così tante teorie, la cosa più difficile è anche scegliere il più divertente.

Mito 1: Mangio solo pulito

Per molti anni, l'idea è stata veigliata che il cibo giusto per definire la confezione da sei, era quello di mangiare solo cibi "puliti", leggere: avena, albume d'uovo, uovo, petto di pollo, riso integrale, pesce magro, patate dolci, ecc.

A volte la quantità era un soggetto lasciato in primo grado. Più "insipido" il pasto era, più efficace sarebbe stato nel perseguimento dell'obiettivo.

Oggi sappiamo che senza definizione di kcal e macro non stiamo andando da nessuna parte, e che per perdere grasso è necessario essere in deficit calorico, periodo!

Questo deficit calorico può essere raggiunto con un piano alimentare estremamente restrittivo e insipido – riso con pollo, pesce con patate dolci, broccoli, ecc.
O combinare questi alimenti, chiamiamoli "nutrizionalmente" densi con altri più "appealing". Immaginate: utilizzare il nestum come fonte di carboidrati e non solo di farina d'avena.

cibo pulito

Questa densità nutrizionale è proprio il punto da prendere in considerazione. Viviamo in un universo di approvvigionamento molto diversificato, limitando il nostro cibo a una mezza dozzina di alimenti fa il tentativo di perdere una tortura …

Artigos relacionados

Il problema è che questi alimenti più gustosi, che si tratti di cibo spazzatura o meno, sono energeticamente più densi e quindi diventa più difficile mantenere il fabbisogno di deficit calorico se non c'è un controllo assoluto delle quantità.

Pertanto, l'approccio migliore è:

  • Monitorare le calorie e le calorie ingeriti rispetto alle esigenze
  • Ci deve essere un deficit calorico per la perdita di grasso
  • Se possibile, gli alimenti "diversi" possono essere montati nella giornata o nei pasti specifici del piano

Esempio più classico: Abbiamo una cena con gli amici su mac, e vogliamo adattare qualcosa di "normale" diverso da un'insalata… abbiamo X kcal per adattarsi, è quello di guardare la tabella nutrizionale e cercare di scegliere.

Mito 2: Non mangio idrati a cena

I carboidrati sono i macronutrienti più mirati nell'alimentazione al momento della perdita di massa grassa.

Perché?

L'idea è stata creata che un eccesso di carboidrati ha portato al guadagno di grasso corporeo, il risultato dell'azione "grassa" dell'insulina. Questo mito è stato fortemente alimentato dalla terribile paura del diabete, e dalla moda delle diete a basso contenuto di carboidrati di Atkins e South Beach.

E 'curioso che molte persone che sostengono basso contenuto di carboidrati continuano con il peso e grasso troppo… solo un dettaglio sordido.

La verità è che i carboidrati sono un coltello a 2 spigoli perché sono additivi, è difficile controllare le quantità e non mangiare "un po 'di più" e questo porta all'eccesso calorico, che porta al guadagno di grasso.carboidrati22

Quindi niente di più facile, tocchiamo la fonte del peccato, prendiamo calorie e perdiamo peso… prendiamo questo eccesso in un momento in cui la tendenza verso l'eccesso è già alcuni e abbiamo "doppio vantaggio"?

Sì… Ma… È solo per il pasto a cena? No!

Mangiare troppi idrati per il pranzo, la cena o lo spuntino è esattamente la stessa cosa. Vabbè. Perché c'è un eccesso calorico.

E perché è più facile dire di eliminare a cena? Perché è un concetto preconcetto che a cena dovremmo mangiare poco o quasi nulla.

Quindi creiamo un mito che è facile da propagare, e mantenere come vero.

Il problema?

È solo quando un sacco di gente è più affamato… presto se non mangiano qb a cena, si vendicano dopo e finiscono per mangiare lo stesso o più.

Metabolicamente parlando, in teoria abbiamo anche più vantaggio nel mangiare carboidrati a cena, dal momento che abbiamo livelli di insulina più bassi in questa fase così meno probabilità di fare picchi, promuovendo un maggiore controllo metabolico.

Ma pronto, è più divertente dire il contrario e convincere la persona in un modo quasi "religioso" che non possono mangiare dopo le 7:00.

Mito 3: Taglierò nel pane

Attenzione, non andro' qui per discutere di storie di glutine, amici e compagnia.
Il pane è probabilmente uno degli alimenti più sottolineati da tutti come la causa dell'ingrasso, dell'aumento di peso, del gonfiore e di altre accuse.

100g di pane ha in media 250kcal, e 1 palla (tipo miscela) ha circa 50g poi circa 125kcal… Non so dove sia l'esagerazione!

Ok, se ne mangi quattro al giorno, stiamo parlando di 500 mila che possiamo facilmente togliere. Ma 100g di acqua e cracker di sale hanno 450kcal, 5 gnori cracker che stanno mangiando in 3 minuti hanno 140kcal e nessuno dice nulla su di loro…

Pao

È un alimento avido, sì… ma i biscotti sono più e la facilità di scendere gli assi è maggiore nei biscotti.

Ma 1/2 a 1 sabbie insano molto di più di 1 yogurt e 3 biscotti, e hanno le stesse calorie (/- 30kcal che è trascurabile in un piano di 1300/1500 per le donne e 1800 per gli uomini …).

E non c'è bisogno di mangiare pane integrale per approfittarne. Utilizza un pane miscelante, con farina di grano e segale T70/T80 come minimo e varia il più possibile.

Ma sì, la pagnotta di lunga durata ha più "cose", ma ha ancora meno di biscotti (ed è più saziante).
Rivedere l'elenco degli ingredienti e trarre le proprie conclusioni.

Puoi trovare la parte 2 di questo articolo qui.

Mostrar Mais

Artigos relacionados

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button